L’Umbria e il tartufo

L’Umbria e il tartufo

Il tartufo: ricette tradizionali in dialetto umbro, tradizione, eventi Il tartufo è uno dei vanti dell’enogastronomia umbra ed è un ingrediente onnipresente nei menù tipici della regione; su antipasti, primi o secondi, l’importante è che se ne grattugi in quantità!La qualità più comune è lo “Scorzone” (Tuber aestivum) e cresce sotto latifoglie, sopratutto nel ...

Porchetta

Porchetta

Ricette tradizionali in dialetto umbro E’ ‘n fatto che la porchetta n’se pol fae ‘n chesa, ma tocca parlanne listesso perchè è ‘n piatto che n’ se fa cojonà. Ce vole ‘n maiale de ‘na mezza quintalata, che se prepara facennolo scolà appeso pe ‘na nottata. Doppo je se leveno le frattaje che von lavate, fatte a tocchettini, se coceno a metà n...

Ciaramicola

Ciaramicola

Ricette tradizionali in dialetto umbro ’Sto torcolo cià ’na particolarità: fa male nti denti, perché cià tutti qui confettini colorati che se ficcheno fra ’n dente e ’n antro e son dolori tristi. Se ‘npasta mezzo chilo de farina co tre ovi, ’n etto de burro o strutto, tre etti de zucchero, la scorza grattata de mezzo limone, ‘n bicchierin d’alchermese e ’na bustina de lievito...

Brustengolo

Brustengolo

Ricette tradizionali in dialetto umbro Ce vole la farina de grenturco e, pe ‘na diecina de persone, ce ne vojiono quattr’etti che se buttono nto l’acqua calda finchè n’viene ‘na pasta dura. Ce se mettono du mele sbrucciate e fettate fine, n’ettemmezzo de uva sultanina, n’ettemmezzo de pinoli, la scorza grattata de mezzo limone, ‘n etto de zucchero, ...

Pancotto

Pancotto

Ricette tradizionali in dialetto umbro Ce arisemo nco la tradizione, ma è sempre ’na tradizione da poretti, da gente che s’ha da contentà de poco e nun vole buttà via gnente. ’Nfatti ce vole ’l pan vecchio, quillo che nun s’adopra, così se da ta le galine. ’Nto la sol…ita cazzarola de coccio, ce se mette ’n po d’olio, ’l lardo battuto, le cipolle a fettine e doppo ce se...

Polenta nto la spia…

Polenta nto la spia…

Ricette tradizionali in dialetto umbro Se volemo esse tradizionali per bono, la polenta tocca falla come se faceva na volta e no come adesso, che la metton nte la pentola a pressione e quanno che fischia è ora. De che? De sentì la puzza d’abrugiato! Ce …vole la farina de granturco bono e se butta nto l’acqua che bolle ‘n po’ per volta, come se piovesse. Se mischia s...

Torta de Pasqua

Torta de Pasqua

Ricette tradizionali in dialetto umbro Co sta torta, ‘l capocollo, j ovi sodi e ‘l vino ce se fa a Pasqua la colazione. Ormai è ‘na tradizione e nun se pole scapolà. Pijate 300 gr. de pasta de pane e ‘mpastatela co mezzo chilo de farina e ‘n po’ d’acqua tiepidina…. Co sto composto morbidino, n’ce fate gnente, perché s’ha da arposà e lievità...

Crostini nco i rigaji

Crostini nco i rigaji

Ricette tradizionali in dialetto umbro P’arfasse ‘n po’ la bocca prima di ‘ncomincià a magnà per bono, se posson fa’ i crostini nco i rigaji di pollo, che van bene anche pel rosto. Pijate i rigaji de 3 o 4 polli, arpuliteli per benino e po’ fateli a pezzett…ini, triti triti, ch’an’ da parè ‘n macchetto. Li buttate ntol tegamino con’ po’ de burro e d’erbetta a pezze...

Cannelloni

Cannelloni

Ricette tradizionali in dialetto umbro Si se vole magnà bene ‘n bon poe, s’ha da preparà sto piatto ch’è quillo di matrimoni. Tocca lavoracce parecchio, ma le soddisfazioni son tante. Ntanto se prepara da ‘l giorno prima ‘l sugo de carne, così un sel trova già pronto…. Pue se fa coce nto l’olio e burro la carne de maiale, la carne de manzo, ‘l p...